Montello - il bosco dei dogi

Passeggiata Codecassol

Camminata ad anello in parte su strada asfaltata e in parte su strerrato forestale, immersa nel tipico bosco montelliano ove la robinia è l'essenza prevalente. Il percorso è abbastanza facile e della durata di circa un'ora e un quarto; non presenta particolari punti di interesse a livello storico o panoramico ma è un buon allenamento sia per trekker che per mountain bike.

Il punto di partenza è il Santuario di Santa Maria della Vittoria, ove possiamo parcheggiare l'auto e vicino al quale presso la casa degli alpini è possibile usufruire di bagni pubblici. Una volta lasciata l'automobile proseguiamo lungo la dorsale verso destra in direzione Montebelluna per circa 500 metri, oltreppasando il cartello della fine del paese di Santa Maria della Vittoria e svoltando in seguito a sinistra in Via Medaglie d'Oro – Presa XV.

Percorriamo la presa per circa 1km, tutt'attorno i bucaneve ci ricordano che la primavera è ormai alle porte; e oltrepassiamo il B&B Dolce Colle. Ora dobbiamo prestare molta attenzione e imboccare la prima stradina forestale che troviamo sulla sinistra appena la boscaglia comincia a farsi più fitta.

Ora è il bosco che fa da padrone di casa, e siamo accompagnati lungo il nostro cammino dal cantare degli uccelli; più ci addentriamo, più i rumori della vita di tutti i giorni si fanno lontani. Percorriamo questa stradina ben segnata senza mai deviare e in circa 15/20 minuti troveremo la Presa XIV – Via della Vittoria che ci “taglia la strada”.

Giriamo a sinistra e cominciamo la risalita, per tornare al Santuario costruito dopo la fine della Grande Guerra ad opera dell'architetto Fausto Scudo, come punto di riferimento per la nascente comunità del Montello. L'ultimo tratto è in salita e dopo un breve tratto sterrato il tragitto ritorna su strada asfaltata. L'inizio delle case disseminate lungo la presa, ci riporta alla vita di tutti i giorni e sulla destra notiamo un capitello circondato da una piccola staccionata.

Un altro po di fatica e siamo di nuovo sulla dorsale e da li alla nostra auto.

FacebookYoutube

I sapori del Montello

Prodotti locali