Montello - il bosco dei dogi

Bus de la Petena

Bus de la Petena

Una cavità molto piccola inserita lungo il Coston sul versante nord del Montello. Per cercare di raggiungere questa grotta dobbiamo prendere Via Frà Giocondo a Nervesa della Battaglia, costeggiando il fiume Piave. Al bivio, teniamo la sinistra (andando a destra arriveremo alla Jonathan Collection), superiamo la Centrale idroelettrica di Castelviero e arriviamo alla “Casa Rossa”, ospedale militare austriaco durante la Grande Guerra.

Qui camminiamo tenendo i vigneti sulla destra, fino a raggiungere la zona mineraria. La grotta si trova proprio di fronte la zona mineraria sul Coston, ma il fitto bosco non lascia intravedere il piccolo sentiero che lo raggiunge e che parte dopo circa una ventina di metri dalla zona mineraria, se siete bravi scorgerete delle tracce tra due grossi alberi.

La grotta ha due ingressi con due sale che si sviluppano per circa una ventina di metri. Il suo nome deriva dalle lunghe concrezioni a forma di pettine che segnano il soffitto.

Questo luogo veniva usato in passato dai pastori di passaggio, poiché al contrario di altre cavità montelliane si presenta stranamente asciutto. Durante la Prima Guerra Mondiale le truppe italiane vi avevano inserito una postazione di mitragliatrice visibile ancora oggi.

Dati catastali:
Nome: Bus de La Petena;
Long: W 0°16’07”; Lat: N 45°50’33”; Altitudine: 84 mt s.l.m.;

FacebookYoutube

I sapori del Montello

Prodotti locali